Iniziative sul territorio
125° Anniversario di fondazione


Giovedì 25 luglio 2019, la Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d’Ampezzo e delle Dolomiti ha festeggiato i 125 anni dalla fondazione; è stata una tra le prime Casse Rurali d’Italia, considerando che la primissima fu fondata a Loreggia, in provincia di Padova, 11 anni prima, nel 1883.
Era il 25 luglio 1894, quando il volenteroso cappellano Don Alfonso Videsott e altri 35 contadini ed artigiani fondarono la "Società di Casse di Prestiti e di Risparmio per Ampezzo"; nasceva così ufficialmente la prima banca in Ampezzo, che sarebbe poi divenuta, nell'ottobre 1927, la "Cassa Rurale di Risparmio e Prestiti". Nel 1938 un decreto del Governatore della Banca d'Italia impose la nuova denominazione di "Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d'Ampezzo", che rimase tale fino al 1996, quando a seguito della fusione con la Cassa Rurale delle Dolomiti di Rocca Pietore, acquistò l’attuale denominazione.
Oggi la Cassa Rurale di Cortina conta oltre 2600 soci ed è rimasta l’unica banca con sede in Provincia di Belluno. Con i suoi 9 sportelli operativi, la competenza territoriale della Cassa Rurale si estende su oltre la metà del territorio provinciale, comprendendo sia i Comuni dove la Cassa ha proprie filiali, sia quelli limitrofi. L’ultima filiale è stata aperta a Belluno nel dicembre 2015 e ha permesso di allargare l’operatività dell’istituto anche al capoluogo della provincia e al territorio circostante.


Da oltre un secolo è una banca che lavora ispirandosi ai principi cooperativi e mutualistici, sanciti ancora oggi dallo Statuto in vigore. Mantiene, da sempre, uno strettissimo rapporto con il territorio di riferimento, intrecciando la propria storia con quella delle comunità residenti.